top of page
coriander-15ml.jpg
cptg.png

Il coriandolo (Coriandrum sativum) o prezzemolo cines è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Apiaceae (o Umbelliferae). Appartiene alla stessa famiglia del cumino, dell'aneto, del finocchio e del prezzemolo. Coriandrum è una parola latina citata da Plinio (Naturalis Historia), che ha le sue radici nella parola greca corys o korios (cimice) seguita dal suffisso -ander (somigliante), in riferimento alla supposta somiglianza dell'odore emanato dai frutti acerbi o sfregando le foglie.

L'olio essenziale di Coriandolo viene estratto dai semi della pianta a differenza dell'olio essenziale di Cilantro che viene estratto dalle foglie della stessa pianta.

Nelle civiltà mediterranee trovò impiego fin nell'antichità come pianta aromatica e medicinale; in alcune tombe egizie viene raffigurato come offerta rituale. Il suo utilizzo da parte dei Micenei è attestato nelle tavolette in lineare B, dove appare definito già come "ko-ri-a-ndo-no". I Romani lo usarono moltissimo e Apicio ne fa la base di un condimento chiamato appunto "Coriandratum".

Benefici

Grazie alle sue caratteristiche antisettiche l'OE di Coriandolo favorisce un’azione antifermentativa a livello intestinale, eliminando l’aria e riducendo gli spasmi addominali. Inoltre, è in grado di aumentare la secrezione gastrica facilitando in tal modo i processi digestivi.

Il coriandolo presenta un effetto analgesico è un antibatterico, antireumatico, antifungino, stimolante del sistema cardiaco, circolatorio e del sistema nervoso.

Ha proprietà antinfiammatorie e sedative.

coriandolo semi.jpg
Shopping Cart

Acquista accedendo  allo shop dōTERRA  cliccando QUI

Modo d'uso

Diffusione: utilizzare da tre a quattro gocce nel diffusore

Uso topico: Si può applicare puro (senza diluirlo) sull'area da traattare o sui punti riflessi

Uso interno: aggiungere una goccia di olio in 125 ml di liquido e bere lentamente dopo un abbondante pasto

Uso aromatico.png
Uso topico.png
Uso interno.png

Avvertenze   Possibile sensibilità cutanea. Tenere fuori dalla portata dei bambini. In caso di gravidanza, allattamento o cure mediche, consultare il proprio medico. Questa spezia dalle notevoli proprietà è  sconsigliata alle donne che allattano, poiché in grado di alterare il sapore del latte. Evita il contatto con gli occhi, l'interno delle orecchie e le aree sensibili.

bottom of page